×


Consigli di lettura



Io, Gian Pirata

Ferdinando Albertazzi (Illustrazioni di Angelo Ruta)


Autore di numerosi romanzi gialli e noir, Ferdinando Albertazzi ci sorprende con un racconto comico per bambini, nel quale il fine senso dell’humour dell’autore viene ulteriormente esaltato dalla collaborazione di Angelo Ruta che, con svelti e semplici disegni in bianco e nero, ne interpreta efficacemente lo spirito.  

Il titolo richiama un classico dell’umorismo del primo Novecento, ‘Il diario di Gian Burrasca’ di Vamba, storia di un bambino che si diverte a combinarne più di mille. Questo di Gianni (abbreviato in ‘Gian’ dal nonno che ha il fiato corto e non arriva a pronunciare il nome per intero) non è un diario, ma è come se lo fosse perché racconta, scrivendo in corsivo, tutto quello che ha combinato.

Ma perché ‘Gian Pirata’? Ecco la spiegazione: papà a Carnevale gli compra il tanto desiderato costume di Zorro, ma siccome il bambino ha un occhio nero che si è procurato giocando ai giardinetti, sembra già mascherato da pirata con una benda nera sull’occhio!

Sarà appassionante per i bambini confrontarsi con Gian Pirata, divertendosi a spiare le disavventure di un eroe combina-guai.


Recensione a cura di A. Di Febo (2024)

Condividi

Età
Editore
Carthusia
Anno
2024
Pagine
32