×


Soci


Ermanno Detti

Scrittore, giornalista e saggista, Ermanno Detti è nato a Manciano, un piccolo centro della Maremma toscana. Lavora per alcuni anni come operaio, poi a vent’anni si arruola in Aeronautica come aviere specialista. Riprende gli studi e si laurea in lettere con una tesi su Jacques Maritain. Si congeda e si dedica all’insegnamento. Inizia a scrivere per la rivista “Riforma della Scuola”, diretta da Lucio Lombardo Radice, poi da Tullio De Mauro, Alberto Oliverio, Franco Frabboni.
Autore di importanti saggi sulla lettura è considerato un precursore nell’ambito degli studi sulla formazione dei giovani lettori ed esperto di letteratura giovanile. La sua opera più famosa, Il piacere di leggere, è del 1987. Altri suoi studi riguardano il fumetto, le figurine, i fotoromanzi, la scrittura.
Ha pubblicato numerosi romanzi e racconti d’avventura per ragazzi. 
Dirige la rivista “Il Pepe Verde”, da lui fondata nel 1999.
Collaboratore di varie riviste e giornali, viene chiamato a insegnare storia dell’illustrazione presso l’Istituto Europeo del Design e a tenere corsi sulla lettura dalle università di Roma Tre e di Bolzano. 

Tiziana Mascia

Tiziana Mascia è dottore di ricerca in pedagogia generale, pedagogia sociale e didattica generale. Collabora con la Libera Università di Bolzano, Facoltà di Scienze della Formazione, dove si occupa di ricerca su: pedagogia e didattica della lettura, lettura digitale e sviluppo di programmi di formazione a distanza. Insegna “Letteratura per l’infanzia” presso l’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. Ha lavorato per oltre dieci anni nel campo dell’editoria. Autrice di saggi sulla lettura e dei programmi di Rai Cultura Invito alla lettura, cura la rubrica “Letture internazionali” per Pepeverde. Coordina progetti di formazione per la crescita professionale degli insegnanti in servizio e in formazione e collabora con organizzazioni internazionali che promuovono la lettura in Europa. E’ membro del consiglio direttivo di FELA (Federation of European Literacy Associations) e ELINET (European Literacy Policy Network).

Francesco Grande

Francesco Grande, referente della biblioteca dei ragazzi di Sesto San Giovanni, coordinatore di attività rivolte ai bambini e ai ragazzi. Referente sul territorio per le attività per ragazzi dei servizi del settore Cultura. Da oltre vent’anni impegnato nella promozione dei libri e della lettura a bambini e ragazzi e nel coordinamento e progettazione delle iniziative volte alla realizzazione di servizi, eventi e rassegne culturali dedicate ai giovani.
Svolge attività laboratoriali di cartoni Animati, animazioni, video documentari e percorsi di videogiornalismo per ragazzi. Formatore per genitori sull’importanza della lettura ad alta voce in età precoce. Direttore artistico, speaker radiofonico, regista e tecnico del suono presso Radio Aidel22,  radioweb di Roma.

Tindara Rossello

E’ docente di Lettere presso l’Istituto Comprensivo Orchidee di Rozzano (Mi), dove dal 2017 è referente per la promozione della lettura e dal 2019 funzione strumentale per l’innovazione didattica e tecnologica.Nel 2018 ha coordinato il progetto di formazione e sperimentazione “Educare alla Literacy e crescere lettori indipendenti”, per l’applicazione di linee guida di pedagogia della lettura nei vari ordini di scuola dell’Istituto, in collaborazione con la libera Università di Bolzano e il Centro per il Libro e la Lettura. Nel 2019 ha avviato e coordinato la catalogazione digitale del patrimonio librario d’istituto e la riorganizzazione delle biblioteche scolastiche, dislocate sui vari plessi, attraverso la piattaforma QLoud Scuola.

Assunta Di Febo

Ha lavorato per oltre 40 anni nella Pubblica Amministrazione, principalmente nel settore dei beni culturali, all’Istituto Centrale per la Patologia degli Archivi e del Libro e al Centro per il Libro e la Lettura. Si è occupata, presso l’Istituto Centrale, della comunicazione istituzionale, della didattica della conservazione e restauro dei materiali librari, collaborando all’organizzazione di corsi, convegni, mostre e incontri, sia a livello nazionale sia internazionale. Ha svolto il ruolo di tutor presso la Scuola Europea di Restauro di Spoleto. Ha approfondito gli aspetti della cura dei materiali del libro e della didattica in collaborazione con l’ampia rete internazionale dei professionisti impegnati nella salvaguardia delle raccolte documentali. Fin dalla sua fondazione, e per oltre dieci anni, ha lavorato presso il Centro per il Libro e la Lettura con l’obiettivo di promuovere la lettura in Italia. È stata responsabile dell’organizzazione della campagna nazionale di promozione della lettura “Il Maggio dei Libri” così come di altri numerosi progetti che il Centro per il libro ha ideato per promuovere la lettura nella scuola, quali: Libriamoci, Scriviamoci, Scriviamoci di più, Festival della lettura ad alta voce, Quando i ragazzi ci insegnano, Scelte di classe, Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Ugo Guidolin

È docente di “Antropologia culturale dei media digitali” e coordina il laboratorio di “Media e digital design” presso l’Università IUSVE a Venezia e Verona. Si occupa nello specifico di media education e digital literacy e ha svolto una serie di workshop e seminari sul tema. Ha contribuito con un gruppo multidisciplinare di esperti coordinati dal Centro per la Salute del Bambino alla stesura del documento “Tecnologie digitali e bambini: indicazioni per un utilizzo consapevole” (CSB Onlus, 2015) e ha partecipato al progetto interdisciplinare di ricerca “Educatori e Nuovi Media: la relazione adulto-bambino attraverso la lettura digitale” (Università IUSVE, 2017). È autore del saggio “Pensare digitale” (McGraw-Hill, Milano 2005) e del cyber-racconto per ragazzi “Sybo il mio amico stratosferico” (Edizioni Paoline, Milano 2010).

Paola Petrucci

Bibliotecaria dal 2002 presso il Sistema Bibliotecario del Comune di Milano: per 11 anni referente sezione bambini/ragazzi, per 5 anni membro del gruppo di lavoro provinciale per bibliografie bambini/ragazzi, per 6 anni referente regionale NpL per AIB Lombardia, attualmente coordinatrice operativa del Patto di Milano per la lettura. Iscritta all’Elenco Nazionale dei Professionisti dei Beni Culturali/Bibliotecari (MIBACT – D.M. 244/2019). Grazie all’esperienza passata di project manager nel privato, dal 2012 al 2016 ho supportato come ‘planner’ la Direzione Generale del Comune di Milano per la pianificazione, il monitoraggio e la valutazione degli obiettivi dell’Ente (in particolare le Direzioni Coordinamento Expo, Gabinetto del Sindaco e Cultura).

Elisa Castiglioni

Elisa Castiglioni ha studiato Scrittura negli Stati Uniti. Dal 2008 si occupa di multiculturalità e ha collaborato con la rivista americana FACES, people, places, and culture la cui mission è il superamento delle barriere culturali. Da quando è tornata a vivere in Italia nel 2015, tiene laboratori di scrittura impostati secondo il metodo americano da lei appreso. Fa parte del Progetto Scuole della casa editrice il Castoro. Collabora con scuole, librerie, biblioteche e partecipa ai principali festival del settore. Con la casa editrice Il Castoro ha pubblicato La Ragazza che legge le nuvole (Premio cento 2013) Le Stelle Brillano su Roma (2014); Desideria (2017); In Punta di Piedi sull’Orizzonte (2019), Giallo Primula (2020). Frequenta il master in Neuroscienze, pratiche contemplative e Mindfulness dell’Università di Pisa.

Antonella Giovinazzo

Laureata in Scienze dell’Informazione, della Comunicazione e dell’Editoria presso l’Università degli studi di Roma Tor Vergata. Ha lavorato come freelance del settore Arte, Cultura e Spettacolo presso diversi quotidiani d’informazione. Ha collaborato con il Centro per il Libro e la Lettura (MIBACT) nell’ambito della campagna Nazionale Libriamoci 2017, alla rivista Libri e Riviste d’Italia e presso la Fiera della piccola e media editoria “Più Libri più liberi”. Sempre per il Cepell ha contribuito alla creazione e diffusione della campagna Instagram di promozione della lettura in Italia. Attualmente si occupa di comunicazione digitale e digital signage presso Informasistemi S.p.A, per la quale si occupa anche di eventi e produzioni virtuali come Assistente di Produzione.